Gli svantaggi del latte crema pieno

Il latte pieno-latte, noto anche come latte intero, contiene circa il 3,5% di butterfat. La maggior parte delle persone scopre che questo liquido ricco e liquido cremoso è meglio del latte non grasso, che può sembrare acquoso e sottile rispetto al confronto. E alcuni sostengono che il latte intero sia più sano, nonostante il contenuto grasso e calorico, perché aumenta la sazietà e impedisce l’eccesso di cibo. Tuttavia, il latte intero ha svantaggi, e le autorità mediche spesso raccomandano di scegliere il latte ridotto o il latte non grasso come bevanda quotidiana.

Grassi saturi

Il latte pieno di grassi contiene 5 grammi di grassi saturi per 1 cucchiaio di servizio, pari al 20 per cento del limite giornaliero. Se si mangia anche formaggio, burro, olio di cocco o altri alimenti ricchi di grassi saturi, è facile superare 25 grammi al giorno. Tuttavia, il grasso saturo non può meritare la cattiva reputazione che ha. Una meta-analisi di marzo 2014 pubblicata negli “Annali della Medicina Interna” ha concluso che il grasso saturo non provoca malattie cardiache come era stato precedentemente pensato. Ma a partire da marzo 2014, l’American Heart Association continua a consigliare prodotti lattiero-caseari privi di grassi o di basso contenuto di grassi su versioni pieno di grassi. Se siete a rischio di malattie cardiovascolari, il medico può consigliare di limitare il grasso saturo.

calorie

Anche se non siete interessati all’assunzione di grassi saturi, il latte pieno di latte contiene ancora 149 calorie per la tazza – notevolmente più del latte scremato, con 83 calorie per tazza. Il latte scremato è anche leggermente più elevato nelle vitamine e nei minerali del latte intero, anche se entrambi sono fonti eccellenti di una vasta gamma di micronutrienti. Anche il latte di soia, il latte di riso, il latte di mandorla ed altri latte non latte contengono solitamente ben 100 calorie per tazza. A meno che non si sta cercando di guadagnare peso, non c’è ragione per consumare così tante calorie extra giornaliere nel vostro cereale o nel caffè.

ormoni

Il latte vaccino contiene notevoli quantità di estrogeni e altri ormoni. Ganmaa Davaasambuu, uno scienziato della Harvard School of Public Health, spiega che le latterie americane utilizzano vacche gravide che escono grandi quantità di ormoni della gravidanza nel loro latte. Questi ormoni bovina possono contribuire a tumori dipendenti dall’ormone, come il cancro al seno e del testicolo. Davaasambuu fa notare che non è noto molto circa la relazione tra gli ormoni nel latte e il cancro, quindi non c’è bisogno di preoccupazioni indebite. Ma suggerisce una semplice precauzione: bere latte scremato. Gli ormoni nel latte si legano al grasso, in modo da poter evitare la maggior parte di loro scegliendo grasso.

Salute familiare

Per molte famiglie con bambini, il latte pieno di grassi non è la scelta migliore. L’American Academy of Pediatrics consiglia ai bambini di età superiore ai 2 anni di bere alimenti a basso contenuto di grassi o non grassi e che la famiglia sceglie prodotti lattiero-caseari ridotti per il consumo quotidiano. Queste scelte stabiliscono buone abitudini alimentari nei bambini piccoli, contribuiscono a prevenire l’obesità e le malattie cardiache e contribuiscono a una cultura familiare che celebra nutrienti e cibi interi e evita il cibo spazzatura.