Gli svantaggi dei frutti

Frutta e verdura forniscono una serie di nutrienti vitali, sono basse in calorie e in fibra alta. Per alcune persone, però, la fruizione di frutta fresca sufficiente nelle loro diete è difficile. Mangiare frutta, soprattutto in grandi quantità, presenta numerosi svantaggi. Può sconvolgere un sistema digestivo sensibile, causare malattie causate da batteri o creare squilibri di zucchero.

Indigestione

L’indigestione è associata a numerosi sintomi scomodi. Bloating, gas, dolore allo stomaco, bruciore di stomaco e nausea spesso si verificano come causa di indigestione. Sei più inclini all’indigestione se hai un disturbo che colpisce il tuo sistema digestivo come la malattia da reflusso gastroesofageo o ulcere o se tu bevi eccessivamente l’alcool. Lo stress e l’ansia possono causare indigestioni in alcune persone. Quando sei soggetto ad indigestione, frutta fresca può causare ulteriore irritazione al tuo stomaco sensibile. Mentre i frutti acidi non fanno necessariamente il disturbo digestivo, mangiando un arancio, una mela o un pompelmo quando il tratto digerente è sbilanciato, può provocare sensazioni di bruciore nello stomaco, gonfiore che ti fa sentire pieno, stomaco e diarrea. Frutta in fibra alta può causare fastidio allo stomaco se si inizia ad aggiungerli alla vostra dieta troppo rapidamente, spiega MedlinePlus.com.

Squilibrio dello zucchero

Nessuno contesta il fatto che il frutto sia un alimento sano, ma troppo di una buona cosa può essere dannoso, specialmente se si ha diabete o altri problemi di zucchero nel sangue. Monitorare l’assunzione di carboidrati per mantenere livelli sani di zucchero nel sangue, il che significa anche controllare l’assunzione di frutta. Secondo l’American Diabetes Association, se sei diabetico, una singola dose di frutta dovrebbe contenere non più di 15 g di carboidrati. Una metà di una banana soddisfa tale esigenza, mentre è possibile mangiare 1¼ tazze di fragole intere per lo stesso servizio. È anche possibile avere una tazza di cubo di mango o ¾ tazze di ananas cubato.

batteri

I frutti sono esposti ad una pletora di batteri da una vasta gamma di fonti. I batteri come E. coli, la listeria e la salmonella si agganciano alla frutta dal terreno, dalla pioggia e dal vento così come dall’acqua utilizzata dai coltivatori. Molti frutti hanno una pelle dura esterna che non si mangia, tenendo i batteri fuori dal tuo corpo, ma se la pelle è rotta, gli stessi batteri penetrano facilmente nella frutta. Mangiare la pelle aumenta la possibilità di ingerire batteri. Frutti con pelle più morbida, come fragole e uva, mele, pesche e pomodori, forniscono un ospite perfetto per molti batteri che trasportano malattie. Poiché il frutto viene comunemente consumato crudo, non subisce il processo di riscaldamento e cottura che può uccidere i batteri ed è più suscettibile di causare malattie. Mentre il lavaggio della frutta riduce il rischio di ammalarsi, il lavaggio non rimuove sempre tutti i batteri, secondo l’Università della California.

Disponibilità

Meno di uno su ogni 10 americani mangia frutta sufficiente nelle loro diete giornaliere, secondo i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Una dieta ricca di frutta fresca è direttamente correlata a un rischio ridotto di obesità, malattie cardiovascolari, diabete, pressione alta e addirittura cancro. I frutti sono un’importante fonte di vitamina C, potassio, fibra, fitochimici e folati. Purtroppo, la frutta fresca non è sempre disponibile in molte comunità e può essere costosissima per molte persone. Mentre frutta congelata e in scatola fanno sostituzioni adeguate, spesso contengono anche sostanze chimiche aggiunte che negano i vantaggi di mangiare il cibo. Una relazione del Centro di trasformazione alimentare spiega che la frutta congelata perde una grande dea della sua vitamina C e il contenuto nutrizionale dopo essere stato congelato. Gruppi di comunità senza scopo di lucro e leader educativi e statali, agenzie governative locali e federali cercano modi per aumentare la disponibilità di frutta a tutti, spesso con scarso successo.