Dieta vegana per il trattamento hpv

HPV o papillomavirus umano è la malattia sessualmente trasmessa più comune negli Stati Uniti. HPV può essere trasmesso dalla pelle al contatto con la pelle e le persone infette non possono nemmeno notare sintomi. Anche se non c’è cura per l’HPV, alcuni farmaci e cambiamenti di stile di vita possono controllare i sintomi. Consultare il proprio medico se ha HPV e sta progettando di prendere qualsiasi integratore a base di erbe o di apportare modifiche alimentari.

HPV

HPV provoca formazione di verruche in alcuni individui. HPV è un nome dato a 100 virus diversi e 30 di questi virus sono trasmessi sessualmente. È stato stimato che il 50% degli uomini contratterrà HPV durante la loro vita e l’80% delle donne avrà l’infezione da quando sono 50. Più di cinque milioni di nuovi casi di HPV trasmesso sessualmente vengono segnalati ogni anno negli Stati Uniti. Alcuni sintomi di HPV includono le verruche plantari, le verruche genitali, le cellule precancerose e altri tipi di verruche.

Trattamento dieta HPV Vegan

Non c’è cura per l’HPV e l’infezione spesso scompare entro un anno. Vi è anche un vaccino approvato per prevenire l’infezione. Esiste un trattamento per controllare i sintomi dell’HPV. Anche se non esiste una ricerca concreta, sono stati suggeriti alcuni cambiamenti dietetici. Mangiare una dieta con molti frutti e verdure e evitare qualsiasi tipo di proteine ​​animali è considerata una dieta vegana. Alcune ricerche preliminari suggeriscono che il cibo contenente micronutrienti e il licopene può aiutare a trattare l’infezione.

Verdure e frutta

Micronutrienti, o vitamine essenziali, si trovano in molti alimenti a base di piante. Uno studio del 2010 pubblicato in “Cancer Research” ha esaminato HPV anale in 279 donne. I ricercatori hanno scoperto che i micronutrienti hanno ridotto il rischio che le infezioni HPV anali si sviluppassero in cancro. Un altro studio pubblicato sulla “Medicina Molecolare” nel 2005 ha scoperto che l’indolo-3-carbinolo, un ingrediente in alcune verdure crocifere, aiuta a inibire lo sviluppo del cancro cervicale in vivo. Il licopene, trovato in pomodori, papaia, pompelmo, anguria e guava rosa, può anche aiutare le donne a rimuovere l’HPV dal loro corpo più velocemente.

Proteina animale

HPV è spesso un precursore del cancro, in particolare del cancro cervicale. Numerosi studi hanno collegato il consumo di carne allo sviluppo di molti tipi di cancro. La ricerca pubblicata nel “Journal of International Cancer” nel 2011 ha rilevato che il consumo di carne e prodotti lattiero-caseari sono stati positivamente legati a diverse forme di cancro. Tuttavia, bisogna fare ulteriori studi. Non esiste alcuna ricerca specifica sulla proteina animale e sullo sviluppo dell’HPV, per cui sono necessari ulteriori studi.